Kathy Kacer

Un posto sicuro

(Giunti, 189 pagine, 6 €)

Acquistalo subito

 

La storia (vera) di Edith Schwalb, bambina ebrea austriaca, negli anni del nazismo e della seconda guerra mondiale, tra il 1938 e il 1945. Appartenente a una famiglia agiata di Vienna (il padre era un famoso calciatore), Edith si ritrova a fuggire da un paese all’altro dell’Europa, in cerca di “un posto sicuro”. Dopo la cattura del padre, che morirà in un lager, Edith – con la sorella Therese, il fratellino Gaston e la mamma – si trasferisce nella Francia non occupata. Qui Edith e Gaston trovano rifugio a Moissac, in una casa gestita dal movimento scout e protetta da tutti gli abitanti del villaggio. Therese e la madre vengono invece nascoste da famiglie della zona. Ma ancora la fuga non è finita: quando anche Moissac diventa un luogo pericoloso, Edith e gli altri bambini, con falsi documenti, saranno smistati in collegi di altre città, infine ospitati in famiglie (“Facciamo solo quello che tutte le persone per bene dovrebbero fare”, dirà una di queste). Fino al termine della guerra e al ricongiungimento con il resto della famiglia.

Ti piacerà perché… Basato su documenti storici e sulla testimonianza di Edith, è bellissimo romanzo sulla capacità dei bambini di adattarsi alle situazioni e di trovare in se stessi la forza per superare i momenti più duri.

 

E’ quasi un dovere leggere un libro come questo in occasione del 27 gennaio, in cui si celebra la “Giornata della memoria” in ricordo delle vittime del nazismo (oltre agli ebrei, furono mandati nei campi di concentramento e sterminio rom, omosessuali, religiosi, oppositori politici, testimoni di Geova). La data è stata scelta in ricordo del 27 gennaio 1945, in cui l’Armata Rossa entrò ad Auschwitz, liberandone i pochi superstiti.

Se vuoi saperne di più su quel periodo storico attraverso la lettura di romanzi, ti consigliamo la trilogia di Helga Schneider (Salani) “Stelle di cannella” (acquistalo subito), “L’albero di Goethe” (acquistalo subito) e “Heike riprende a respirare” (acquistalo subito). Da non perdere la quadrilogia di Annika Thor (Feltrinelli) “Un’isola nel mare” (acquistalo subito), “Lo stagno delle ninfee” (acquistalo subito), “Mare profondo” (acquistalo subito) e “Oltre l’orizzonte” (acquistalo subito). E’ dedicata ai bambini ebrei a cui la Svezia, non senza contraddizioni, aveva concesso asilo politico. Ancora: “La torre nera” di Paola Mingoni, (Giunti, acquistalo subito) “L’isola di via degli uccelli” di Uri Orlev (Salani, acquistalo subito), “La domanda su Mozart” di Michael Morpurgo (Rizzoli, acquistalo subito), “Misha corre” di Jerry Spinelli (Mondadori, acquistalo subito), “La portinaia Apollonia” di Lia Levi (Orecchio acerbo, acquistalo subito).

 

Di Francesca Capelli