Sono nata a Bologna, mi sono diplomata al liceo linguistico e ho una laurea in Scienze politiche. Leggere e scrivere sono da sempre la mia passione e quando avevo 7 anni ho deciso che ne avrei fatto un lavoro vero.
Ho “fondato” il mio primo giornale a 9 anni (facevo tutto io – direzione, redazione, grafica, stampa… – e lo leggevano solo i miei parenti), ma ho iniziato a fare sul serio quando sono entrata all’Istituto per la formazione al giornalismo di Milano. Dopodiché ho lavorato in varie redazioni a Milano: Reuter’s (agenzia di stampa), Grazia, L’Unità, Newton. E dal 2000 ho scelto di diventare giornalista indipendente. Anche perché nel frattempo avevo scoperto una cosa ancora più divertente: scrivere per i ragazzi.
Il mio primo libro, “La macchina uomo” (Dami), è stato pubblicato nel 1998.
Nel 2001 ho fondato Ragazzinet.it. Dal 2004 ho ripreso a scrivere libri per ragazzi: educational, fiabe, storie di attualità. Traduco anche romanzi, sempre per ragazzi, da francese, inglese e spagnolo. Ho l’onore di aver tradotto il secondo e il terzo volume della trilogia di “Tata Matilda” (San Paolo) e i romanzi di Anne-Laure Bondoux pubblicati in Italia da San Paolo.
Sono una fan di Harry Potter, naturalmente. I miei scrittori per ragazzi preferiti sono Roald Dahl, Jacqueline Wilson, Gérard Moncomble, Michael Morpurgo, Philip Pullman, Eva Ibbotson. Tra gli italiani, mi piacciono molto Beatrice Solinas Donghi, Guido Sgardoli, Silvana Gandolfi e Annalisa Strada.
Sono golosa di cioccolato, soprattutto al peperoncino. Sono mancina e me ne vanto. Anzi, è la cosa di me che preferisco