Torna a Mantova, dal 9 al 16 novembre, “Segni d’infanzia”, festival internazionale di teatro per bambini e ragazzi, organizzato dalla compagnia “Teatro all’improvviso” e promosso dal comune della città. L’animale-simbolo di questa edizione, dopo le giraffe e gli gnu degli anni scorsi, è il salmone, scelto per la sua abitudine a nuotare controcorrente. Nelle otto giornate del festival, saranno 207 gli eventi, tra spettacoli, percorsi d’arte, parate, incontri e convegni, per un totale di 26 compagnie e gruppi artistici, provenienti – oltre che dall’Italia – da Francia, Svizzera, Spagna, Norvegia, Austria, Italia, Finlandia, e Repubblica Ceca. Tra gli ospiti illustri di quest’anno, la cantante Giovanna Marini, che proporrà una selezione di canzoni popolari, da lei ricercate, in una versione per bambini. Ancora, i jazzisti norvegesi Trygve Seim e Frode Haltli, avanguardia del nuovo jazz nordico, con un concerto a ritmo di sax e fisarmonica.

I due jazzisti sono anche gli autori delle musiche del nuovo spettacolo di Dario Moretti, “La casa dei divieti” (con coreografie di Eric Oberdoff e il contributo pedagogico dell’Università di Strasburgo). Uno spettacolo che mescola danza, musica, immagine per trattare un tema importante: quello del “no”, del limite. E lo fa in modo ironico e giocoso.

Il festival si inaugura il 9 novembre con un evento in piazza delle Erbe, aperto a tutti e gratuito. La parata dei “Plasticiens Volants”, compagnia francese stupirà tutto il pubblico immergendo la città in un mondo acquatico popolato di polpi, meduse e cavallucci marini che volteggeranno sospesi sulle teste dei passanti. Mentre il 16 novembre, alle 18, in Piazza Castello, la chiusura del festival sarà festeggiata, nello stesso luogo, da uno spettacolo pirotecnico.

Per informazioni e acquisto online dei biglietti (per scuole e famiglie): www.segnidinfanzia.org