Una mostra per festeggiare gli 85 anni del Giornalino, il settimanale per ragazzi della Periodici San Paolo. Si intitola “Le storie sono la nostra storia” ed è ospitata dal 17 al 24 maggio, nella Chiesa di San Giuseppe ad Alba (Cuneo).
La mostra ospita una serie di sagome di personaggi che hanno fatto grande il settimanale, a cominciare da Pinky e Cocco Bill, due tra gli amatissimi personaggi del Giornalino, che danno il benvenuto ai visitatori. Le figure animano un percorso coloratissimo all’interno della chiesa, del quale fanno parte i personaggi storici dei fumetti del Giornalino: da Pallino al Commissario Spada, da Capitan Erik a Micromino, fino alle new entry Paky e Franci. Una sezione della mostra è dedicata alle copertine storiche del settimanale che verranno proiettate su un grande schermo.

Sull’altare maggiore e negli altari laterali trova spazio la sezione religiosa della mostra: Tavole originali della Bibbia a fumetti pubblicata negli anni  Novanta e, nell’altare dedicato a San Paolo, un “trittico” con la riproduzione di un’illustrazione del maestro del fumetto italiano Sergio Toppi.

Lungo la navata centrale si apre il cuore della mostra: 60 pannelli, tra tavole originali e riproduzioni, e una selezione dei personaggi più rappresentativi della storia del settimanale, accompagnate da tavole originali, disegni, schizzi preparatori e indicazioni per la colorazione.

Uno spazio video mostra un documentario con interviste ad autori e redattori del Giornalino. Tra gli intervistati, Sergio Toppi, Paolo Piffarerio, Fabrizio Lo Bianco, Stefano Voltolini, Angela Allegretti, Franco Luini, Athos e Demetrio Bargellini. Intervengono anche l’attuale direttore, padre Stefano Gorla, e il responsabile del settore fumetti Roberto Rinaldi.

Infine, nel coro della chiesa, c’è uno spazio riservato alla lettura, con le riproduzioni del primo numero del settimanale (1 ottobre 1924) e di altri numeri storici e alcune copertine del 1924. In questo spazio, inoltre, saranno offerte copie del 2009.

La mostra è aperta dal 17 al 24 maggio dalle ore 16 alle ore 19. L’ingresso è gratuito. Per scuole e gruppi è possibile prenotare visite anche in altri orari telefonando al 0173/296313.